.:: Istituto Guglielmo Tagliacarne ::.


Home > > > I comportamenti innovativi delle imprese del Mezzogiorno

I comportamenti innovativi delle imprese del Mezzogiorno

Autori/Gruppo di Lavoro : ISTITUTO G. TAGLIACARNE, FORMEZ
Collana :
Area Geografica : Mezzogiorno
Tipo di pubblicazione : Ricerca
Anno : 1994
Editore : Franco Angeli, Milano

Il sistema imprenditoriale del Mezzogiorno manifesta importanti segnali di vivacità che modificano la stereotipata immagine di omogeneo sottosviluppo e smentiscono il tradizionale luogo comune sull'individualismo e l'estrema diffidenza dell'imprenditore meridionale. La ricerca realizzata dall'Istituto Tagliacarne e dal Formez in collaborazione con le Camere di commercio del Mezzogiorno, nell'ambito del programma DIT (Diffusione Innovazione Tecnologica) evidenzia una rilevante presenza dell'innovazione nelle imprese locali: il 90% dichiara, infatti, di aver introdotto almeno un'innovazione. Si tratta di un fenomeno articolato, non riconducibile alla pura e semplice introduzione di nuove tecnologie ma che investe in maniera consistente anche l'organizzazione aziendale ed il mercato. Nonostante questi segnali incoraggianti, però, ancora numerosi sono gli ostacoli che si frappongono all'ampia diffusione di comportamenti innovativi tra le piccole e medie imprese del Mezzogiorno: dalla ricerca si rileva che i principali limiti risiedono ancora nel rilevante deficit di cultura imprenditoriale, nell'insufficiente dotazione di terziario avanzato e nella scarsa reperibilità di personale qualificato in loco. Dai dati della ricerca è possibile trarre, quindi, indicazioni sulle linee di politica industriale ed in particolare di politica dell'innovazione: riconducibili sostanzialmente ad una maggiore attenzione verso interventi, formativi ed informativi, che favoriscono un più intenso interscambio tra impresa e ambiente economico secondando le tendenze emergenti nel sistema imprenditoriale del Mezzogiorno.