menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Prodotti realizzati in passato

SMI GEOMARKETING

È una banca dati realizzata per Assoreti strutturata in modo simile alla banca dati GeoWebStarter ma focalizzata sui temi di natura assicurativa e finanziaria.

Le informazioni statistiche vengono raggruppate in dati comunali, provinciali e regionali.

Le principali fonti che confluiscono all’interno della banca dati sono:

  • Aci
  • Banca d'Italia
  • Cassa DD. e PP.
  • Infocamere
  • Inps
  • Istituto Guglielmo Tagliacarne
  • Isvap
  • ISTAT
  • Ministero Economia e finanze
  • Ministero Infrastrutture e Trasporti
  • Ministero Interno
  • Ministero Sviluppo Economico
  • Unioncamere

Aggiornamento semestrale di ciascun anno di riferimento

Periodo di realizzazione: 2009 – 2014

ATLANTE DELLE INFRASTRUTTURE

A fronte delle necessità di conoscenza delle infrastrutture presenti nel nostro Paese nella loro dimensione territoriale, i vari approcci tentati hanno avuto l’obiettivo di quantificare la dotazione con dettaglio territoriale (regionale, provinciale), fornendo in tal modo un ranking delle aree rispetto alla media nazionale. Il fenomeno infrastrutturale necessita però (forse più di altri) di poter verificare visivamente la sua distribuzione sul territorio, aggiungendo una ulteriore importante chiave di lettura per la sua analisi: la prossimità geografica.

Nel caso delle infrastrutture questo aspetto appare particolarmente rilevante, poiché richiama la possibilità di affiancare l’offerta di risorse in loco (ad es. strade) ad una potenziale domanda (ad es. le autovetture circolanti), nonché la compresenza di strutture tra loro “concorrenti” (ad es. strade e ferrovie) o complementari (ad es. strade e aeroporti).

Con l’Atlante delle Infrastrutture il CNEL, con l’ausilio dell’Istituto Tagliacarne, ha voluto rispondere alla necessità di approfondimento del fenomeno infrastrutturale del nostro Paese, consentendo agli utilizzatori, avvalendosi delle tecniche di navigazione GIS (Geographic Information Systems), di:

  • localizzare le infrastrutture presenti sul territorio italiano (raggruppate in macro categorie);
  • conoscerne caratteristiche qualitative e quantitative;
  • verificare la compresenza di infrastrutture diverse e confrontarle;
  • valutarne l’entità rispetto alla superficie, alla popolazione o alle aziende presenti e realizzare mappe tematiche;
  • selezionare infrastrutture/unità territoriali per analisi di “bacini”.

I settori afferenti alla banca dati per l’elaborazione degli indicatori (di base territoriale nazionale, regionale e provinciale) sono:

  • Quadro economico
  • Statistiche Europee
  • Quadro sociale
  • Tessuto produttivo
  • Demografia e presenze straniere
  • Reti infrastrutturali e nuove tecnologie
  • Qualità ambientale
  • Istruzione e formazione
  • Focus sull’Italia meridionale
  • Indagine sulle forze di lavoro.

I dati sono raggruppati nelle seguenti categorie:

  • Aeroporti
  • Ambiente
  • Ferrovie
  • Porti ed interporti
  • Strade ed autostrade
  • Strutture culturali e ricreative
  • Strutture per l’istruzione
  • Strutture ricettive
  • Strutture sanitarie

Le principali fonti che confluiscono all’interno della banca dati sono:

  • ACI
  • AEFI
  • AISCAT
  • APAT
  • APSTI
  • Banca d’Italia
  • Federazione Italiana Giuoco Calcio
  • Infocamere
  • ISTAT
  • Istituto Guglielmo Tagliacarne
  • Ministero della salute
  • Ministero delle attività produttive
  • Ministero delle infrastrutture e dei trasporti
  • Ministero dell'istruzione, dell'Università e della Ricerca
  • Ministero per i beni e delle attività culturali
  • Poste Italiane
  • Rete Ferroviaria Italiana
  • Trenitalia

Aggiornamenti mensili per ciascun anno di riferimento

Periodo di realizzazione: 2003 - 2010

CNEL STATS

CNEL STATS, realizzato dall’Istituto G. Tagliacarne in partnership con il CNEL,  è uno strumento di navigazione guidata on line su un vasto insieme di dati e indicatori di fonti autorevoli articolate su scala territoriale (province, le regioni e le grandi ripartizioni) del territorio italiano.

La banca dati è suddivisa in aree tematiche, a loro volta articolate in un secondo livello di raggruppamento. Anche l'accesso per area tematica consente dunque di procedere secondo un approfondimento graduale ai dati, stavolta secondo una logica di pertinenza rispetto ai fenomeni indagati, arrivando al singolo aggregato o indicatore. Per conoscere gli ultimi aggiornamenti (non necessariamente in una dimensione territoriale) rispetto agli aggregati di interesse, vengono resi disponibili i più recenti comunicati stampa diramati dalle Fonti statistiche.

Le principali aree tematiche oggetto di interesse sono:

  • Quadro economico in cui si evidenziano gli andamenti di valore aggiunto, investimenti, consumi, scambi con l’estero.
  • Quadro sociale in cui si evidenziano le caratteristiche delle strutture sanitarie, del personale sanitario e dello stato di salute della popolazione, la previdenza, le valutazioni sui consumi e sui redditi, la fruizione di cultura e intrattenimento e indicatori sulla giustizia civile e penale di fonte
  • Tessuto produttivo in cui si descrivono gli andamenti della demografia di impresa, dei principali indicatore del credito e dello stato di salute di agricoltura, manifatturiero, edilizia e terziario di base;
  • Demografia e presenza straniera in cui si descrivono gli andamenti della demografia della popolazione sia con riferimento alla componente autoctona che a quella straniera
  • Qualità ambientale: sezione in cui vengono presentate informazioni sulle caratteristiche orografiche, litoranee dei nostri territori, indicatori di salubrità delle acque e dell’aria, statistiche sui prodotti energetici e sui rifiuti solidi urbani
  • Istruzione e formazione: raccoglie informazioni sui flussi di coloro che frequentano i vari ordini e gradi delle scuole e l’attività di tutti di corsi di studio presenti nelle università italiane.

Principali fonti:

  • Istat
  • Istituto Tagliacarne
  • Infocamere
  • Ispra
  • Inps
  • Miur

Aggiornamenti semestrali

Periodo di realizzazione: 2003 - 2008

OSSERVATORIO SULLA COMPETIVITA’ DEI TERRITORI ITALIANI

Con la banca dati Indicatori multilivello statistico-geografici di misurazione delle città e dei territori l’Istituto Tagliacarne, su committenza dell’Isfol e grazie ad un gruppo di lavoro interdisciplinare, ha messo a punto di un modello di misurazione della competitività dei sistemi urbani e territoriali, basato su di un sistema flessibile di indicatori direttamente scelti da Città e Province italiane.

Il modello è stato progettato con l’obiettivo di produrre informazioni utili ai Governi Locali per valutare le performances del territorio e per controllare il grado di coerenza con gli obiettivi strategici prefissati.

I dati sono raggruppati nelle seguenti categorie:

  • Sviluppo e risorse umane
  • Ricerca e innovazione
  • Efficienza e sostenibilità delle risorse ambientali
  • Inclusione sociale e qualità dei servizi
  • Sviluppo dei sistemi produttivi locali
  • Aumento attrattività sistemi urbani
  • Reti per aumentare la mobilità
  • Apertura internazionale
  • Information & comunication technologies

Le principali fonti che confluiscono all’interno della banca dati sono:

  • ACI
  • Iccu
  • Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche
  • Istat
  • Ministero della Salute
  • Ministero dell’Interno
  • Ministero dello Sviluppo Economico
  • Ministero per i Beni e le Attività Culturali
  • Terna

Aggiornamento annuale

Periodo di realizzazione: 2009