menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

UNA VALUTAZIONE DELLA CREATIVITA' NELLE REGIONI ITALIANE
Contributi martedì 4 gennaio 2011

UNA VALUTAZIONE DELLA CREATIVITA' NELLE REGIONI ITALIANE

Autori
Marco Pini, Alessandro Rinaldi
Pubblicato da
Ist. Guglielmo Tagliacarne
Data di pubblicazione
03/08/2010
Luogo di pubblicazione
Roma
Paese di pubblicazione
Italia
 
© 2010 Istituto Guglielmo Tagliacarne
Numero di edizione
1
Lingua del testo
Italiano
 
E-BOOK
Formato dell'e-book
PDF
ISBN
978-88-904735-1-7
ISBN-A
10.978.88904735/17
 
 
Abstract
Lo studio ha l’obiettivo di valutare il grado di creatività tra le varie regioni dell’Italia. E’ possibile individuare alcuni fattori che risiedono alla base dello sviluppo della stessa. Nello specifico, ne sono stati individuati quattro: uomo, rete, cultura, attività produttive. Lo studio si è concentrato su una serie di indicatori su scala regionale espressivi di ciascuno dei quattro ambiti di riferimento. Serie statistiche che sono state oggetto di analisi per arrivare ad un indicatore sintetico, per ciascuno dei quattro ambiti, in termini qualitativi. A loro volta, gli stessi quattro indicatori sintetici disaggregati a livello regionale sono stati sintetizzati in un indicatore unico indicativo del livello di creatività per le varie regioni d’Italia. I risultati evidenziano come l’area settentrionale del Paese vanti un’intensità della creatività superiore a quella meridionale. Sono le regioni sviluppate economicamente (tra le quali la Lombardia, l’Emilia-Romagna ed il Piemonte, assieme al Lazio) a mostrare i valori più elevati, le due regioni isolane del Sud (Sicilia e Sardegna) con la Basilicata e il Molise si dimostrano quelle con la minore diffusione della creatività.